Sei in: Home > Media > COMUNICATI STAMPA > Anno 2009

Comunicati stampa F2i 2009


  • 05/10/2009

    Ultimato nei giorni scorsi il closing relativo all’acquisizione di Enel Rete Gas


    F2i, il Fondo italiano per le infrastrutture amministrato da Vito Gamberale, ha completato l’acquisizione di Enel Rete Gas, portando a termine la più significativa operazione di Leverage Buy-Out del 2009 in Europa. Il Consorzio formato da F2i e AXA Private Equity ha nominato 9 consiglieri d’amministrazione su 11. Gianclaudio Neri è stato nominato Amministratore Delegato. Enel Rete Gas, con oltre 2,1 milioni di clienti è il secondo operatore nella distribuzione del gas.
  • 30/09/2009

    F2i: finalizzata l’acquisizione dell’80% di Enel Rete Gas da Enel


    F2i Reti Italia – veicolo societario posseduto per il 75% da F2i e per il 25% da AXA Private Equity – acquisisce da Enel Distribuzione l’80% di Enel Rete Gas SpA, società attiva nel mercato della distribuzione del gas naturale sul territorio nazionale.
  • 29/05/2009

    F2i: siglato l’accordo per l'acquisizione dell’80% di Enel Rete Gas da Enel


    Il Consorzio formato da F2i (75%) ed AXA Private Equity (25%) ha siglato un accordo per l’acquisizione da Enel Distribuzione dell’80% di Enel Rete Gas, operatore nel settore infrastrutturale strategico della distribuzione del gas naturale sul territorio nazionale, con oltre 2 milioni di utenti connessi alla propria rete e circa 3,6 miliardi di metri cubi di gas distribuito nel 2008. Vito Gamberale, Amministratore Delegato di F2i, e Mathias Burghardt, head of infrastructure di AXA, hanno sottolineato il contributo che l’operazione potrà dare allo sviluppo di un network di distribuzione dell’energia e delle reti in Italia ed Europa.
  • 30/04/2009

    F2i: Assemblea 2009


    F2i comunica l’avvenuto svolgimento dell’Assemblea ordinaria e straordinaria degli Azionisti con, all’ordine del giorno, l’approvazione del bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2008 e la nomina a Presidente di Ettore Gotti Tedeschi che sostituisce Salvatore Rebecchini. A seguire, il CdA del Fondo amministrato da Vito Gamberale ha approvato la trimestrale ed esaminato lo stato d’avanzamento delle attività d’investimento.
  • 16/04/2009

    Firma di un accordo di partnership tra F2i e Fagioli Finance


    F2i e Fagioli Finance SpA hanno firmato un accordo di partnership che prevede l’ingresso del Fondo amministrato da Vito Gamberale nel capitale di Interporto Rivalta Scrivia SpA. La Società, controllata all’89,38% dal Gruppo Fagioli, opera nel segmento dell’intermodalità e della logistica. Interporto Rivalta Scrivia è infatti la più grande infrastruttura logistica del Paese, a conduzione diretta, e si estende per circa 1,4 milioni di mq. L’accordo odierno costituisce l’entry point di F2i nel settore logistico/interportuale/modale.
  • 31/03/2009

    F2i: SGR in utile già dal primo anno di attività


    Il progetto di bilancio della SGR che gestisce F2i chiude con un utile lordo di 6,1 milioni di euro, mentre l’utile netto ammonta a quasi 3,8 mln di euro. Il CdA (Vito Gamberale – Amministratore Delegato) ha proposto di destinare l’utile a totale copertura della perdita derivante dalla fase d’avvio.
  • 16/03/2009

    F2i firma una joint venture con Novenergia


    F2i ha firmato una joint venture con Novenergia, fondo d’investimenti specializzato nel comparto delle energie rinnovabili e partecipato da primarie istituzioni finanziarie portoghesi. La joint venture, si propone di effettuare investimenti nel settore fotovoltaico per circa 500 mln nel periodo 2009/2011. L’impegno finanziario previsto per F2i e Novenergia è di circa 100 mln di euro.
  • 02/03/2009

    Concluso il fund raising di f2i


    Il 28 febbraio 2009, F2i ha completato il periodo di fund raising, per un ammontare complessivo di 1.852 milioni di euro (in coerenza col target iniziale). A seguito della raccolta, F2i è il principale Fondo per le infrastrutture italiano e il più grande al mondo dedicato ad un solo Paese. Prende dunque avvio il periodo d’investimento che, per Regolamento durerà fino a 4 anni. F2i opererà come un Fondo di lunga durata consentendo in tal modo una selettiva acquisizione degli investimenti e una loro gestione industriale di medio-lungo periodo, massimizzandone la valorizzazione.